Componente React Root
Contattaci

#InspyreChange - Iniziativa acqua pulita

}

Partnership Pregis-UZima

Per un certo periodo di tempo alcuni membri del team Pregis si sono recati in Africa ogni anno per aiutare a combattere il problema delle acque malsane. Hanno visto con i propri occhi le condizioni in cui viveva la gente e sono rimasti sbalorditi da quanto l'acqua potabile, che noi diamo per scontata ogni giorno, possa influire su un'intera comunità. Gli altri membri del team Pregis LLC sono stati ispirati dalle loro storie e hanno messo a punto un progetto per intervenire. Ecco perché collaboriamo con UZima, un'organizzazione non profit che fornisce filtri per l'acqua in grado di cambiare la vita delle comunità che non hanno accesso all'acqua potabile. Nel 2018 Pregis LLC ha donato una parte del ricavato delle vendite dei suoi imballaggi AirSpeed HC Inspyre negli Stati Uniti a UZima, con l'obiettivo di cambiare 50.000 vite con i filtri UZima.

Chi è UZima

In swahili, UZima significa "pieno di vita".  È un nome che ben si addice alla UZima Clean Water Mission, un'organizzazione non profit con la missione di fornire accesso all'acqua potabile a comunità di tutto il mondo attraverso un sistema di filtraggio dell'acqua. Grazie ai filtri UZima, combinati a un sistema a due secchi, gi utenti possono raccogliere acqua contaminata e trasformarla in acqua pulita e potabile. I filtri UZima sono attualmente in funzione in cinque continenti e hanno avuto un impatto significativo, riducendo o eliminando malattie legate all'acqua e il tasso di mortalità di anziani e bambini, e migliorando in generale le condizioni di vita delle comunità. Se mantenuti adeguatamente, i filtri hanno un ciclo vita di 10 anni e possono avere un impatto positivo su un'intera generazione!

Acque malsane: un problema globale

Le acque malsane interessano 1 persona su 9 in tutto il mondo. Non si tratta della prossima grande crisi globale, perché la stiamo già vivendo. A pagarne le conseguenze più di tutto è la salute; le malattie causate dall'acqua, infatti, sono tra le più mortali al mondo. Ma ci sono anche delle conseguenze indirette e non sempre visibili: tempo, istruzione, diritti delle donne e l'essere intrappolati in uno stato di povertà sono legati alla mancanza di acqua potabile. Ad esempio, solo in Africa, le donne camminano 40 miliardi di ore all'anno per andare a prendere l'acqua. Tempo che potrebbero impiegare per studiare, lavorare o creare un'attività per supportare le proprie famiglie. I bambini, invece, perdono 443 milioni di giorni di scuola all'anno a causa di malattie trasmesse attraverso l'acqua. L'accesso all'acqua potabile può cambiare la vita di queste persone. Il tempo trascorso a raccogliere l'acqua può essere reinvestito sull'istruzione, sul rafforzamento dei diritti e sul miglioramento delle condizioni di vita delle famiglie.

Vuoi aiutare? Clicca per fare una donazione!